“i pignosi”

Portapenne particolari, soprattutto quelli dall’effetto squamoso reso possibile “scortecciando” le bràttee (le scaglie delle pigne) e incollandole al contrario di come si presentano in natura. Caratteristici sono anche i portapenne rivestiti con i peduncoli delle pigne dove le bràttee formano delle belle spirali. Le pigne utilizzate sono quelle del pino nero (pinus nigra), conifera utilizzata soprattutto per contenere i versanti detritici ed oggi molto diffusa nel mio territorio.

Annunci